LO SPAZZOLINO GIUSTO? NON È AMORE A PRIMA VISTA

La scelta dello spazzolino giusto è meno facile di quello che sembri.
Non sempre lo spazzolino che ci consigliano gli amici o i parenti può essere adatto a noi!

Diffida dai “colpi di fulmine” al bancone del supermercato o della farmacia, diffida dal risparmio, ma prenditi il tempo di scegliere quello che fa per te!

La pulizia e la cura dei denti sono un atto molto importante, di igiene e di prevenzione: se sappiamo portare a termine queste azioni in modo efficace risparmiamo molto tempo e molto denaro.
Quando scegliamo prodotti per la salute e per la pulizia dobbiamo necessariamente scegliere quelli più adatti a noi e non dare troppa retta ai consigli di chi ha esigenze diverse dalle nostre.

Il dentista di riferimento è la persona più adatta a consigliarci lo spazzolino che fa per noi. Lo spazzolino più giusto che garantisca le manovre di corretta igiene orale e il rispetto di denti e gengive.

 

Ecco alcuni consigli:

SCEGLI SETOLE MORBIDE, MA NON TROPPO

La durezza della setola dipende dal diametro, spazzolini con setole troppo morbide risultano meno efficaci nella rimozione della placca batterica e vengono utilizzati in casi particolari (interventi di chirurgia, su gengive particolarmente delicate o in caso di spazzolamento molto aggressivo). La setola ideale è una setola media, mentre setole troppo dure sono particolarmente aggressive su gengive e denti.

Se invece il tuo dentista ti ha evidenziato che hai recessioni gengivali o problemi ai colletti dei denti, allora è il caso di ricorrere a setole morbide.

Spesso alcune persone possono usare una forza eccessiva nello spazzolamento dei denti e, se le setole sono dure o medie, possono crearsi danni alle gengive o ai colletti dentali. Questo può di molto aumentare la sensibilità dentale e rendere poi doloroso lo spazzolamento o anche il bere e mangiare.

È preferibile evitare spazzolini con gommini o porzioni dure perché potrebbero risultare molto aggressivi per lo smalto e le gengive.

 

ATTENZIONE ALLA FORMA

Quello più adatto ha un manico con un'impugnatura ergonomica per non scivolare o ruotare durante l'uso. La testina deve essere abbastanza piccola in modo da poter raggiungere tutte le zone della bocca, soprattutto le zone posteriori. Lo spazzolino deve essere comodo e non fastidioso quando lavi i denti, non deve infastidire la gola o provocare il vomito. Deve essere maneggiato con facilità.

Una volta che si è trovato lo spazzolino delle dimensioni giuste si può continuare ad acquistarlo, facendo però molta attenzione che il modello non cambi e che non vengano inserite all’interno delle setole parti dure o abrasive.

 

E NON LESINARE SUL PREZZO!

Se una confezione da 5 spazzolini può sembrare conveniente, ricorda che è uno strumento che per almeno 3 mesi userai 3 volte al giorno nella tua bocca.

Lo spazzolino è uno strumento di salute e prevenzione e come tale deve essere acquistato e tenuto.
Quindi lascia i modelli troppo economici e super scontati sugli scaffali e scegli uno spazzolini semplice, ma di qualità!

 

COME MANTENERE BENE LO SPAZZOLINO!

Cambiare lo spazzolino quando è usurato è uno dei passi vincenti per garantirne il funzionamento e l’efficacia nell’igiene orale.Una volta finito il lavaggio dei denti, bisogna accuratamente pulire lo spazzolino ed eliminare eventuali residui che si possono essere fermati nelle setole durante il lavaggio dei denti.

Non è necessario coprire lo spazzolino con la copertura “da viaggio” se lo si tiene in casa nel portaspazzolino non a contatto con altri spazzolini, anzi è preferibile non chiuderlo in contenitori se non è necessario per evitare che si crei un ambiente umido utile ai batteri.

Controllare le setole dello spazzolino e se noti che si sono aperte e piegate, è il momento di buttarlo via e sostituirlo con uno nuovo.

LO SPAZZOLINO GIUSTO? NON È AMORE A PRIMA VISTA ultima modifica: 2017-02-25T17:33:16+00:00 da Studio Dentistico Zotti

I commenti sono chiusi