Parodontologia

La PARODONTOLOGIA è la branca dell’odontoiatria che studia le affezioni dell’apparato di sostegno del dente, costituito da mucosa orale, gengiva, legamento parodontale, cemento radicolare e osso alveolare.

Fra la gengivite (mite infiammazione delle gengive, reversibile) e la parodontite aggressiva (spesso definita impropriamente piorrea, che porta alla mobilità e alla perdita di uno o più denti) esistono svariate specie di patologie che si distinguono per gravità, sede, età di insorgenza e velocità di progressione.

Riconoscere per tempo la malattia parodontale significa arginarne la progressione e, quando possibile, ripristinare l’integrità dei tessuti di sostegno dei denti.

Questo richiede: una diagnosi accurata, le competenze specifiche e la capacità di mettere in atto terapie mirate (vedi anche chirurgia parodontale).

I problemi parodontali, ovvero la PARODONTOPATIA, vengono spesso conosciuti e chiamati con il nome di PIORREA. Questo termine, in linguaggio non specifico e non tecnico, indica tutti i problemi gengivali e dei tessuti di sostegno del dente.

La piorrea, la PARODONTOPATIA può avere diversi gradi di gravità e, se trascurata, può portare anche alla PERDITA DEI DENTI.
Tuttavia abbiamo tante avvisaglie prima che la malattia parodontale diventi grave e irreversibile.

  1. FARE ATTENZIONE A COSA CI SUCCEDE QUANDO CI LAVIAMO I DENTI.

Se le GENGIVE SANGUINANO quando ci laviamo i denti non dobbiamo trascurarle. Il SANGUINAMENTO GENGIVALE è un modo che il nostro corpo ha di dirci che qualcosa non sta funzionando nel modo giusto. Ci spaventeremmo se le nostre mani iniziassero a sanguinare quando ce le laviamo! Per le GENGIVE è la stessa cosa.

Non appena vediamo che il sanguinamento gengivale provocato dallo SPAZZOLAMENTO dei denti è in atto, immediatamente dobbiamo chiedere una visita. A questo punto la situazione non è grave e potrebbe essere facilmente e senza costi risolvibile. Potrebbe essere una questione di tecnica di spazzolamento oppure potrebbe essere solo necessario eseguire un’IGIENE ORALE PROFESSIONALE per ritornare poi allo stato di salute.

  1. AVERE UNO STRANO SAPORE IN BOCCA. LE GENGIVE SONO GONFIE E Più ROSSE DEL NORMALE

Questa situazione non è sicuramente normale. Ci spaventeremmo se le nostre mani avessero un cattivo odore e sembrassero infiammate e gonfie. La stessa cosa deve valere per le nostre GENGIVE e per la NOSTRA BOCCA. Una visita adeguata e soprattutto delle CORRETTE SPIEGAZIONI per questa situazione sono necessarie.

Nel nostro studio di Gardone Val Trompia noi crediamo molto nell’importanza dell’istruzione e dell’insegnamento di cosa succede alla bocca e di come mantenere la salute orale. E’ necessario correre ai ripari al più presto e affidarsi ad una corretta IGIENE sia PROFESSIONALE sia DOMICILIARE. Ma la fase più importante è quella del COLLOQUIO con i nostri pazienti poiché il maggiore lavoro per fronteggiare la PARODONTOPATIA, o la piorrea, si svolge quotidianamente a casa.

In questa fase è ancora possibile contrastare il problema cambiando abitudini o tecniche di igiene orale, facendo più attenzione all’alimentazione e alle ABITUDINI ALIMENTARI e avere piccoli accorgimenti. E’ molto importante in queste fasi eseguire CONTROLLI PERIODICI così da sapere se si sta andando nella direzione giusta.

  1. I DENTI SI MUOVONO E SEMBRANO ALLUNGARSI OGNI GIORNO DI PIU’.

Il problema parodontale, la PARODONTOPATIA, orami si è estesa anche all’osso e non è più limitata alle sole gengive. Questa situazione richiede assolutamente l’intervento di un dentista, meglio se specializzato IN PARODONTOLOGIA e con nozioni nel campo.

A questo punto è necessario mettere in atto una serie di procedure di IGIENE ORALE PROFESSIONALE, di CURETTAGGIO delle zone interessate più gravemente dalla parodontopatia e una valida ISTRUZIONE sulle abitudini e i comportamenti da adottare a CASA.

Ci sono tantissime TECNICHE per fronteggiare e bloccare la PARODONTOPATIA, ormai è possibile combatterla e bloccarla e mantenere i propri denti SENZA doverli ESTRARRE.

Per fare questo, però, è necessario INTERVENIRE subito e con costanza e attenzione.

 

MIA MAMMA E MIA NONNA SOFFRIVANO DI PIORREA, NE SOFFRO ANCHE IO?

La parodontopatia ha una componente ereditaria poiché il metabolismo cellulare e la “delicatezza” o suscettibilità dei tessuti di sostegno del dente possono essere un fatto comune in famiglia. Soprattutto, ma non solo, se nella vostra famiglia esistono storie di malattia parodontale, è necessario correre ai ripari prima che questa si manifesti e fare una corretta STRATEGIA di PREVENZIONE. Ormai con le NUOVE CONOSCENZE, le NUOVE TECNICHE ed i NUOVI STRUMENTI si può intervenire in modo NON INVASIVO, senza dolore e mantenere i propri denti per anni.

 

LA MIA AMICA IN GRAVIDANZA HA PERSO TANTI DENTI PER LA PIORREA. SUCCEDERA’ ANCHE A ME?

Essere in gravidanza non è una malattia, è un evento gioiso che va affrontato però con coscienza e prendendo alcune precauzioni.

Aspettare un bambino provoca nel corpo di una donna alcuni cambiamenti temporanei, soprattutto legati agli ORMONI. Essi svolgono un ruolo importantissimo nella regolazione delle nostre funzioni vitali e nel mantenimento corretto dei nostri organi. Questo implica che un cambiamento della secrezione degli ormoni, come avviene normalmente in GRAVIDANZA, possa influenzare il comportamento di alcune strutture e organi del corpo.

Questi avvenimenti non sono un problema, vanno solo affrontati con le giuste conoscenze.

Una visita e un consulto dello specialista a proposito di denti e gengive va sicuramente preso in considerazione.

Durante la GRAVIDANZA è necessario mantenere un’IGIENE ORALE scrupolosa e attenta e eseguire i controlli periodici dal DENTISTA per evitare che processi di PARODONTOPATIA più o meno grave si mettano in atto.

Bisogna sapere cosa fare e come farlo per non incappare nei problemi parodontali legati alla gravidanza.

 

CI SONO DELLE MALATTIE CHE INTERFERISCONO CON LA PIORREA O CON LA SALUTE DEI DENTI?

Si.

Ci sono degli stati patologici dell’organismo, come il DIABETE ad esempio, che rendono denti e gengive più delicati e più soggetti allo sviluppo di malattie. La PARODONTOPATIA è spesso associata al DIABETE poiché le persone affette da diabete hanno più predisposizione alle infezioni.

La malattia parodontale è infettiva, non nel senso di contagiosa ma nel senso di provocata da batteri. Per questa ragione in soggetti più predisposti alle infezioni è necessario avere degli accorgimenti maggiori, fare TANTA PREVENZIONE a casa e dal dentista.

IGIENE ORALE PROFESSIONALE frequente (4 mesi circa) e IGIENE ORALE DOMICILIARE attenta praticamente AZZERANO il rischio di problemi parodontiali legati al diabete o ad altri stati patologici.

 

Parodontologia ultima modifica: 2015-07-31T02:32:05+00:00 da Studio Dentistico Zotti